Posts made in luglio, 2017

Anche a Legnano spira vento di destra Elezioni locali segnate dalle vicende nazionali

Dopo il voto di giugno, che ha indicato Giambattista Fratus quale nuovo sindaco di Legnano, l’amministrazione di destra è al lavoro. Imperniata sull’asse Lega-Forza Italia, dove la Lega fa numericamente la parte del leone, torna a Palazzo Malinverni chi, sostanzialmente, ha amministrato la città nei 15 anni precedenti la giunta Centinaio. Il segno di maggior “continuità” è dato in particolare dal ruolo di primo piano dell’ex sindaco Maurizio Cozzi, magna pars anche in questa nuova versione della coalizione di governo. Se svettano Salvini e Grillo… Il risultato del voto è stato analizzato in varie sedi, anche se l’analisi più credibile (confortata da dati e fatti) è quella che indica nel successo della destra a Legnano la fotocopia del voto registrato in quasi tutta Italia e soprattutto in Lombardia. Da Magenta ad Abbiategrasso (per restare a noi più vicini), da Monza a Sesto San Giovanni (casi in sé eclatanti), passando per Garbagnate e Meda, e poi Como e Lodi, per approdare ad altre realtà come Genova, La Spezia, Asti, Alessandria, Piacenza, Pistoia o L’Aquila, si è misurato un netto e profondo spostamento dell’elettorato verso destra. I maggiori commentatori hanno segnalato, tra le ragioni, la paura diffusa (e artatamente alimentata) in relazione a terrorismo e pressioni migratorie, la percezione diffusa che la crisi economica stia ancora mordendo, il punto più alto di sentimenti di chiusura in chiave nazionalista che assegnano alla globalizzazione e a una generica “Europa” ogni colpa della nostra epoca. Da non trascurare poi l’esito referendario del 4 dicembre scorso e l’imperversare mediatico e social di personaggi di modesta credibilità politica che riescono però a far breccia nell’italianità: in questo caso svettano Matteo Salvini e Beppe Grillo. Una serie di elementi, in rapporto di causa-effetto, che hanno portato alla vittoria Lega e compagni di strada indipendentemente dalla qualità della proposta politica e persino dal valore e dalla statura dei candidati messi in campo. È “girato il vento” a favore della destra come in passato era accaduto per la sinistra. Si afferma questo senza ovviamente nulla togliere a chi ha vinto, anche a Legnano, avendo saputo infatti pazientare in attesa di tempi migliori per un successo giunto in sede locale ma partito da lontano. È tutta un’altra politica. La riprova? Sarebbe probabilmente impossibile dimostrare che in tutte, ma proprio tutte le città in cui si è registrato un cambio di governo, il centrosinistra avesse ottenuto scarsi esiti amministrativi negli scorsi cinque anni, mettendo poi in campo per questa tornata elettorale programmi poco appetibili e coalizioni e sindaci perdenti. Ovviamente il profilo di un esito elettorale influenzato dai trend nazionali vale per le città di medie e grandi dimensioni, quelle per cui è previsto il ballottaggio. Diverso invece il ragionamento per...

Read More

Grazie Alberto per quello che hai fatto per la città di Legnano

Grazie Alberto per quello che hai fatto per la città di Legnano

L’associazione culturale Polis ringrazia Alberto Centinaio per il grande impegno, la dedizione e lo spirito di servizio con cui ha guidato la città di Legnano in questi passati cinque anni. Abbiamo già espresso il nostro giudizio di merito sull’operato della sua Amministrazione in diversi altri documenti. Un giudizio a nostro parere positivo, un operato che permetteva di sperare nella rielezione di Centinaio, affinché si potesse portare a termine il grande lavoro cominciato e si realizzassero nuovi buoni progetti. Il parere della maggior parte dei cittadini di Legnano nelle elezioni dello scorso giugno è stato invece differente. Ne prendiamo atto, ma questo non ci impedirà di ricordare pubblicamente alcuni aspetti fortemente positivi che hanno caratterizzato il suo modo di governare la città, sempre in linea con i valori di riferimento della nostra associazione. Non dimentichiamo l’impegno di Centinaio e la sua spola tra Roma e Legnano per portare a soluzione il problema dei posti di lavoro della Franco Tosi; ricordiamo l’impegno umano e le implicazioni emotive che lo hanno coinvolto nel tentativo di dare una risposta alle emergenze piccole e grandi dei cittadini; non dimentichiamo che dal suo ufficio a Palazzo Malinverni tutti i giorni sono passati innumerevoli cittadini per un incontro con il sindaco, per sottoporgli questioni di ogni genere o magari solo per una parola di conforto a cui Alberto non si è sottratto. Non è mai mancato l’ascolto della città: Centinaio è stato presente a ogni manifestazione, impegno sportivo, evento cui era invitato e in cui sentiva che la presenza del primo cittadino, in fascia tricolore o meno, avrebbe potuto ripagare gli organizzatori che volontariamente avevano donato il loro tempo e la loro fatica per il benessere degli altri. Con questo spirito di servizio Centinaio aveva accettato la candidatura a sindaco di Legnano, senza smanie di potere e con la sola certezza di essere un uomo libero che ha deliberatamente deciso di donare il suo impegno alla città che ama. Lo slogan scelto per unire tutti coloro che avevano appoggiato la sua candidatura, Io amo Legnano, è in sé un programma che non ha bisogno di altri commenti. “Se non sarò eletto, ricomincerò a fare camminate in montagna e a rilassarmi guardando il mondo da altri panorami”: questo era lo spirito delle origini e l’umore che ha fatto da contrappeso alla passione e all’impegno politico. Dal 2012 al 2017 ha quindi governato la città con tanta professionalità, spirito di sacrificio e volontà di fare bene. E i risultati sono arrivati. Centinaio non si è mai piegato a compromessi, non ha mai seguito interessi di bottega, ha veramente inteso la politica come servizio e volontariato: questo è un tratto distintivo che resterà nel tempo. E soprattutto, ciò di...

Read More

Associazione Polis
via Montenevoso, 28
20025 Legnano (Mi)
Tel. 0331 547234

© 2015 Associazione Polis
Designed by Bonfrate Consulting