Posts made in dicembre, 2015

Impegnati, arrabbiati, virtuali: i legnanesi la politica, fra “picconatori” e costruttori

Sta prendendo una piega strana la politica legnanese. Con un fronteggiarsi di soggetti che alzano il tono della voce e uno sbiadirsi della parte propositiva e costruttiva della politica stessa, la quale invece avrebbe proprio il compito di guardare lontano, oltre la bagarre fine a se stessa. I soggetti in campo sono molteplici. Anzitutto la Giunta, intenta al governo cittadino, oberata di lavoro e pressata sul fronte delle comprensibili richieste dei cittadini (dall’occupazione alla casa…); costretta a fare i conti con la coperta corta del bilancio, obbligata a misurarsi con i livelli superiori della politica regionale e nazionale, nonché intenta a rintuzzare le mosse delle opposizioni consiliari e di alcune lobby territoriali che mostrano più interesse per il proprio tornaconto che non per il bene della città. Tutto questo rientra peraltro nella quotidianità del governo locale, come accade a ogni amministrazione comunale (di destra, di centro o di sinistra), da Bressanone a Siracusa. Quindi ci sono le minoranze consiliari. A tratti attive, combattive e propositive – è il vero ruolo di controllo e di “controproposta” delle opposizioni –, a tratti invece inutilmente distruttive, incapaci di guardare oltre il proprio naso, quasi obbligate a interpretare la parte del “Signor No”, come ai tempi di “Rischiatutto”. Se ne è avuta riprova ancora prima di Natale, nel voto sulla variazione al Bilancio di previsione 2015-2017, che consente, anche grazie al bilancio risanato dall’Amministrazione Centinaio e a una norma della Legge di Stabilità 2016, uno sblocco di fondi per milioni di euro di investimenti per la città. L’Aventino delle minoranze (che si può comprendere, in materia di Bilancio, solo nella linea di evitare un sì che avrebbe potuto far pensare a una convergenza delle opposizioni verso la maggioranza), in questo come in numerosi altri casi, appare politicamente sterile e lascia intravvedere una “coalizione di arrabbiati” che al momento appare piuttosto improduttiva. Poi ci sono, o dovrebbero esserci, i partiti. Concretamente va rilevato che la crisi generale di questa alta forma di democrazia, costituzionalmente prevista e garantita, a Legnano risulta forse più accentuata. Vi sono presenze sbiadite, in alcuni casi assenza totale (che fine ha fatto, ad esempio, Forza Italia, per molti anni la prima forza politica votata dai legnanesi?). Un poco di movimentismo si nota nel Partito democratico (gazebo mensile, qualche comunicato, riunioni interne) e nella Lega Nord (sede aperta, talune iniziative pubbliche…). Dalle liste civiche di maggioranza, in passato distintesi per vivacità e proposta, ci si potrebbe attendere maggior dinamismo. Il Ncd appare combattuto fra la determinante presenza a Roma nel governo nazionale a fianco del Pd e la collocazione sul fronte opposto rispetto al Pd a Palazzo Malinverni. Nessun segnale di vera strategia politica, invece, da “Per Legnano” e Sinistra. Un...

Read More

Impegnati, arrabbiati, virtuali: i legnanesi e la politica nel nuovo numero della rivista associativa

C’è un dibattito politico che si svolge, a Legnano, fra sedi istituzionali, “mondi vitali” (associazioni, volontariato, imprese, sindacati, scuole, parrocchie…), mass media e opinione pubblica. C’è poi un sottobosco di chiacchiere sterili che si agita nel web al solo scopo di distruggere dove altri cercano di costruire. Ma quali sono i protagonisti della vita pubblica cittadina? Quale il peso dei partiti o della società civile? Quale quello delle lobby? L’editoriale del numero di dicembre di Polis Legnano, in distribuzione da oggi, abbozza alcune valutazioni sul tema. Nel frattempo l’associazione si prepara all’Assemblea 2016 che si terrà il 23 gennaio con il titolo “Sopravvivere in città o vivere la città?”. L’assessore alle Attività educative, Chiara Bottalo, traccia – intervistata dalla rivista – il quadro della scuola in città. Interessanti sono risultate alcune recenti iniziative culturali, fra cui Me car Legnan, per la quale si annuncia una seconda edizione primaverile. Ampia la parte sulla politica italiana e regionale, con un’analisi del “renzismo” e della capacità comunicativa del premier, il punto sulla legislatura parlamentare giunta al giro di boa, un approfondimento sul caso-Mantovani, una descrizione della recente riforma della sanità regionale firmata dal presidente Roberto Maroni. Sfogliando le pagine si trovano poi un “focus” su migrazioni, rom e popoli in cammino, l’eredità di Expo e la segnalazione di un libro commovente con 33 ragazzi che hanno affrontato la...

Read More

Associazione Polis
via Montenevoso, 28
20025 Legnano (Mi)
Tel. 0331 547234

© 2015 Associazione Polis
Designed by Bonfrate Consulting